.
Annunci online

  latelemissione [ ]
 
 
         
 


Ultime cose
Il mio profilo


LiberaMente il Blog di Bello Bello
La parrucca del niente
Lontano dagli Occhi
Freestate
C l o s
T r a n s i t
F i l m L E O
P e n s a r
Le Miserable
G i o r g i o m a r i a
il vario blog di Castenaso

cerca
letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 


12 marzo 2006

SESSY-IN-DE-CISY ovvero SEX AND THE CITY (ALLA CARBONARA)

Identità, inclinazioni e pratiche sessuali oggi sono un casino. Carriera, calo del desiderio, nuovi orientamenti e accessori stabiliscono i punti cardinali di un cambiamento (chissà, forse davvero?) epocale. Tutti, nessuno escluso, siamo una moltitudine di «in-de-cisy senza sapere di esserlo» quando invece le regole del gioco quotidiano della vita ci impongono fermezza, decisione, nervi saldi. È questo il punto di partenza della piece “Sessi in de Cisy” di Lauro Versari, che con un punto di vista molto femminile si avventura in un gioco di ruolo molto divertente quanto complesso. I quattro protagonisti Santa, Mira, Carlotta e Federico sono persone comuni nella vita di tutti i giorni, ma ogni giovedì si incontrano in un vecchio teatro dimesso per parlare – con le fattezze e il pensiero dei personaggi di Sex & the City (di cui sono assidui telespettatori) – di relazioni, di amore, di aspirazioni, ma soprattutto di sesso. Il tutto in una sorta di transfer psicologico, una specie di terapia di gruppo, che li porta a parlare di sé e della propria intimità, a descrivere dettagliatamente gli atti sessuali e gli organi sessuali (senza mai cadere nella facile volgarità) e lo fanno con l’impegno autoimposto di chi va in palestra a scaricare la tensione di una giornata lavorativa. Con la differenza che i loro incontri sono segreti, anzi carbonari, perché anche se non scaturiranno in una rivoluzione sociale, almeno avranno contribuito a fare luce su sé stessi in maniera altrettanto radicale. Bella e convincente la prova dei quattro protagonisti, Francesca Lepori (Carlotta), Sonia De Meo (Mira), Francesca Di Nicola (Santa) e un leopardatissimo Jacopo Amedeo Moretti (Federico) alle prese con un personaggio “Caronte” perché – diciamolo – le donne si sentiranno incomprese, ma non possono continuare a capire gli uomini solo col famoso intuito. Terminata la lezione, tutti i casa. A giovedì prossimo per una nuova puntata della propria vita, magari con una settimana andata peggio della precedente e con la solita conclusione di sempre: «Se la felicità non esiste, allora si può provare ad esser felici senza». Una commedia dal retrogusto amarissimo su un testo divertente e intelligente di Benjamin Preciso. Da non perdere al Teatro Brancaccino di Roma fino al 20 maggio 2006.




permalink | inviato da il 12/3/2006 alle 11:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa


12 luglio 2005

L’ARTISTA LE SUE FEMMINE

Per una volta è il caso di dire quarant’anni e li dimostra! Leopoldo Mastelloni ha festeggiato ieri a Roma il traguardo di una carriera (e ben sessant’anni d’età) con uno spettacolo difficile, potente, accorato. Lo ha fatto con passione, trasporto e bravura davvero straordinari. In apertura una sorta di “best of…”. Video della nostra memoria recente, numeri di cabaret, trasformismo, travestitismo, dal sapore melanconico di un certo tipo di televisione che non esiste più, sostituita inesorabilmente da improvvisatori dello spettacolo, con il nulla alle spalle. Commovente (ma anche divertente) una vecchia intervista a sua madre. Una donna umile, a disagio con il mezzo televisivo e con l’argomento di discussione, ma fiera nello sguardo: sicuramente al primo posto nella sua ispirazione. Dunque, una carriera lunga quella di Mastelloni seppure ostacolata. Personaggio scomodo, ad un certo punto provvidenziale capro espiatorio di un bigottismo affatto superato. In questo spettacolo Mastelloni dedica alle donne, femmine del suo personale immaginario artistico, uno spettacolo lirico e prosaico al tempo stesso, a tratti urlato e spesso sussurrato, ma soprattutto parlato e intensamente cantato. Le Femmine (e le malafemmine) di Mastelloni  sono al tempo stesso l’ossessione e la liberazione in un gioco di sovrapposizioni tra le immagini (da La Ciociara a Irreversibile) e l'Attore (non più travestito - perché stavolta è l’interno dell’animo femminile quello che scava). E ciò che trova in questo viaggio è l’amore stesso che dona alle sue femmine, l’essenza stessa di tutta la sua carriera.




permalink | inviato da il 12/7/2005 alle 22:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa

sfoglia     luglio       

Non solo Televisione, ma anche Cinema, Letture e “consigli per gli acquisti”





sto leggendo...








ho letto...



Truman Capote - Incontro d'Estate * * * *
Nedjima - La mandorla * * *
Philip Roth - L'animale morente * * * * *
Kyoichi Katayama - Gridare amore dal centro del mondo * *
Agota Kristof - Trilogia della città di K. * * * * *
Pier Paolo Pasolini - Il sogno di una cosa * *
Anthony Robbins - Come ottenere il meglio da sè e dagli altri * *
Annie E. Proulx - Gente del Wyoming * * * * *
Liu Yichang - Un incontro * * * * *
Daniel Pennac - Il Paradiso degli Orchi * * * *
Helen Oyeyemi - La Bambina Icaro * * *
Vito Gallucci - Storia di un amore imperfetto * * *
Virginia Woolf - Le Onde * *
Ian McEwan - L'amore fatale * *
G. G. Màrquez - Memoria delle mie puttane tristi * * *
Giancarlo Papaleo - Donami la vita * * *
J. D. Salinger - Il Giovane Holden * * *
Simon Louvish - Stanlio e Ollio (Le radici della comicità) * *
Alessandro Baricco - Omero, Iliade * *
Edmund White - L'Uomo sposato * *






ho visto...



La ricerca della felicità * * *
Shortbus * * * *
Il diavolo veste Prada * * * *
Lady in the water * *
Nuovomondo * * * *
Non è peccato - La quinceanera * * *
La Terra * * * *
United 93 * * * *
L'Amore sospetto * * * *
The Omen * *
Il Codice Da Vinci * *
Volver * * * *
Scary Movie 4 *
Munich * *
Me and You and everyone we know * * *
I segreti di Brokeback Mountain * * * *
Reinas * *
Broken Flowers * * * *
Ogni cosa è illuminata * * * *
La seconda notte di nozze * * * *
Flightplan - Mistero in volo * *
La sposa cadavere * * * *
Viva Zapatero ! * * * *
La Fabbrica di Cioccolato * * *
20 Centimetri * *
Ferro 3 * * *
Batman Begins * * *
La Samaritana * *
La Terra dell'Abbondanza * * *
Star Wars III - La Vendetta dei Sith * * *
Quando sei nato non puoi più nasconderti * * * *
Le Conseguenze dell'Amore * * * *
Crimen Perfecto * * *
Manuale d'Amore * * *
Cuore Sacro * *
La Foresta dei pugnali volanti * * * *
Matrimoni e Pregiudizi * *
Ocean' Twelve *
Closer * * *
Io, robot *
The Village * * *
Collateral *
Se mi lasci ti cancello * * * *
Hero * * * *
La mala educaciòn * * *
Due Fratelli * *



a Teatro...




Tango x 2 "La Historia"
Anna Marchesini "Le due Zittelle"
Maria Letizia Gorga "Avec le Temps, Dalida"
Enzo Jacchetti - Gianluca Guidi "The Producers"
Jacopo Amedeo Moretti "Sessi in-de-Cisy"
Sal da Vinci "Scugnizzi, il Musical"
Umberto Orsini - Manuela Mandracchia "il Padre"



ho incontrato...


L'intervista a Paolo Crimaldi

Prima parte
Seconda parte


Credits


Questo hobby-blog è nato da una idea di MDG su amichevoli "pressioni" di AL



Archivio


Ottobre 2006
Settembre 2006
Agosto 2006
Luglio 2006
Giugno 2006
Maggio 2006
Aprile 2006
Marzo 2006
Febbraio 2006
Gennaio 2006
Dicembre 2005
Novembre 2005
Ottobre 2005
Settembre 2005
Agosto 2005
Luglio 2005
Giugno 2005
Maggio 2005
Aprile 2005
Marzo 2005
Febbraio 2005
Gennaio 2005
Dicembre 2004
Novembre 2004
Ottobre 2004
Settembre 2004
Agosto 2004





BlogItalia.it - La directory italiana dei blog
Feed XML offerto da BlogItalia.it


Who Links Here



Utenti online: